Archivio dell'autore: admin

Le mtb elettriche: l’ultima tendenza in fatto di sport all’aria aperta

La necessità di uscire all’aria aperta per respirare a pieni polmoni l’ossigeno direttamente dalla natura quando si vive in una società che tendenzialmente ci tiene bloccati tra le mura di un edificio, diventa con il tempo sempre più insistente.
La carenza di pratica, l’inerzia ed un’inarrestabile montagna di impegni però, è solita spegnere lo stimolo originale e alla fine ci si ritrova seduti comodamente sul divano a oziare.
La soluzione per riconquistare la salute sconfiggendo la pigrizia e le false scuse, è giunta con l’arrivo delle mtb elettriche.
Le mtb elettriche o E-bike, sono l’ultima tendenza in fatto di sport all’aria aperta, ideali per ogni età e per ogni grado di preparazione atletica.
Queste bici sono dotate di un motore elettrico che sostiene la pedalata e riduce lo sforzo fisico senza privare la persona del movimento muscolare. Tale peculiarità ha permesso a questi modelli di diventare parte integrante della vita sportiva di molte persone, perché consente di donare ai suoi fruitori tutti i benefici dati dai modelli classici come il mantenersi in forma facendo attività fisica gratis e da quelli motorizzati, ossia ridurre la fatica e i tempi di percorrenza, anche se non di molto.
Per di più, quelli sopra citati sono solo alcuni dei vantaggi dati dall’utilizzo delle e-bike, infatti oltre al benessere fisico e salutare che si ottiene per merito dello sforzo progressivo che imprime il ciclista, questo articolo si posiziona tra i mezzi di trasporto più ecologici in quanto non inquina e utilizza davvero poca corrente elettrica.
Se si adopera una mtb elettrica anche per gli spostamenti normali, è possibile ottenere un risparmio economico sulla spesa del carburante. Senza contare che consente a chi non è preparato fisicamente di intraprendere viaggi lunghi e insidiosi, sostenendo anche tratti in salita senza correre il rischio di fermarsi per il troppo affaticamento. Per ultimo, ma non per importanza, è da precisare che il prezzo d’acquisto delle mtb elettriche non supera di molto quello delle biciclette a pedali standard e che il costo di manutenzione è davvero contenuto perché non necessitano di attenzioni particolari.

Come raggiungere Zante in traghetto: guida

Zante, chiamata anche Zacinto, è una bellissima isola greca nel mar Ionio ed è parte integrante di un arcipelago formato proprio dalle isole Ionie. Zante è stata per secoli dominata dalla Repubblica Marinara di Venezia ed è nota alle cronache storiche anche per aver dato i natali al poeta Ugo Foscolo. Come tante altre isole greche, Zante fa del turismo la sua fonte economica primaria ed è particolarmente nota per il bel Parco nazionale marino, famoso per la presenza di un notevole numero di esemplari della tartaruga Caretta caretta. Tra i luoghi più visitati di Zante troviamo la Spiaggia del Relitto, una delle spiagge più fotografate del Mediterraneo, le Grotte di Keri, per molti paragonabili alla meravigliosa Grotta Azzurra di Capri, l‘Isola delle tartarughe e Capo Skinari. Sono tante le spiagge di Zante più gettonate dai turisti, come Makris Gialos, ricca di sabbia e ciottoli e con nelle vicinanze delle stupende grotte sottomarine. Chi ama lo snorkeling non può non visitare Xigia, mentre Psarou è nota per la sabbia fine e le sue acque basse. Anche la spiaggia di Tsilivi è molto frequentata, così come Banana, uno dei lidi più estesi di Zante. Oltre alle meraviglie naturalistiche, Zante si distingue anche per una vivace attività notturna, con numerosi locali nelle località Laganas e Argassi. Vediamo con la nostra guida come raggiungere Zante in traghetto.

Ventouris Ferries

Il collegamento marittimo Bari-Zante permette, oltre al trasporto delle persone, anche quello di veicoli di vario tipo, come automobili, moto, camper e minibus. La prenotazione con un certo periodo di anticipo consente di usufruire di vari sconti ed offerte promozionali, risultando quindi più conveniente. Sono previsti sconti anche per nuclei famigliari e gruppi di studenti ed è possibile prenotare online o semplicemente al telefono. Il traghetto per Zante parte ogni lunedì alle 17:00 e l’arrivo è previsto alle 13:30 del giorno successivo. La tratta per Zante prevede alle 10:45 l’arrivo a Cefalonia, altra bellissima isola greca dell’arcipelago formato dalle isole Ionie.

Red Star Ferries

Il traghetto Red Star Ferries raggiunge Zante con partenza da Brindisi alle 17:00 e alle 11:00, con variazioni del giorno e dell’orario di partenza a seconda della stagione. Red Star Ferries offre sconti per prenotazioni anticipate, con l’opzione Early Booking, uno sconto del 50% per i bambini da 4 a 12 anni ed il viaggio gratuito per i minori sotto i 4 anni d’età. Nel caso in cui si proceda all’acquisto simultaneo del biglietto d’andata e di quello di ritorno, si potrà usufruire di uno sconto dal 20 al 30% sulla tariffa di ritorno.

Ionian Group

Se vi trovate in Grecia, ma nella parte continentale, potete raggiungere Zante da Killini, con partenze e orari che dipendono dalla stagione, con frequenze maggiori durante il periodo estivo, naturalmente. Killini, secondo molti storici, corrisponde all’antica e leggendaria città greca di Cillene, nota alle cronache storiche per essere stata il rifugio dei Messeni, sconfitti da Sparta, prima della partenza verso l’Italia, in particolare la Sicilia, per fondare quelle che sarebbero successivamente diventate le famose colonie greche sul nostro territorio, a partire da Taranto e Siracusa.

Guida offerta da NetFerry Traghetti
Via del Mare, 26 -72100 BRINDISI
Tel. +39.0831.564257 – fax +39.0831.223042
Per approfondimenti: http://www.netferry.it

L’Australia: il paese dai grandi spazi

Se avete deciso di fare un viaggio suggestivo all’estero, alla ricerca della libertà, dell’avventura e dei grandi spazi, allora una meta ideale per le vostre vacanze è senza dubbio l’Australia.
L’Australia è infatti il sesto paese al mondo per estensione, ed ha un territorio che è paragonabile, per dimensioni, a quello dei 48 Stati Uniti d’America contigui, escludendo quindi l’Alaska e l’arcipelago delle Hawaii.
La popolazione australiana si concentra per circa l’85% sulle zone costiere, prevalentemente quelle sud-orientali, e quindi il vastissimo entroterra è incontaminato, selvaggio e quasi disabitato.

Se siete amanti dell’avventura potrete organizzare il vostro viaggio in modo da percorrere due direttrici molto suggestive, la Savannah Way, che attraversa la parte settentrionale del paese e connette Darwin con Broome, o l’altra che taglia in due il paese, da sud a nord, lungo la Explorers Highway. Oppure optare per il giro della Tasmania che ha quasi il quaranta per cento del suo territorio inserito in aree protette, parchi nazionali e riserve, o il giro dell’Australia del Sud.
Tutti questi itinerari vi faranno scoprire la bellezza dei grandi spazi e la natura incontaminata e spettacolare di questo magnifico paese.
Ma dovete sapere che per viaggiare in questi luoghi è necessario avere il visto Australia, che deve essere richiesto online, in modo del tutto gratuito, sul sito internet dell’ufficio australiano dell’immigrazione www.border.gov.au.
Il visto turistico ha durata di 12 mesi e permette di entrare in Australia per periodi di lunghezza fino a tre mesi alla volta. E’ un visto che può essere ideale anche per i turisti che raggiungono l’Australia per dei corsi di lingua inglese.

Ma vediamo più nel dettaglio le meraviglie di un itinerario citato in precedenza, la Savannah Way che vi condurrà da Darwin fino a Broome in circa 5 giorni, con l’auto. Incontrerete su questo percorso delle cascate spettacolari e delle gole verdi lussureggianti facenti parte del Nitmiluk National Park, dove potrete godervi delle escursioni in canoa e in barca. Più avanti avrete la possibilità di navigare sul fiume Victoria ed ammirare dalla barca coccodrilli ed enormi piante di baobab che non dimenticherete facilmente. Un’attrazione da non perdere è la Coolibah Crocodile Farm dove potrete ammirare centinaia e centinaia di enormi coccodrilli, dove sarete in compagnia anche di aquile e falchi che vi osserveranno dall’alto.
Proseguendo nell’itinerario incontrerete altri parchi come il Keep River National Park in cui si trovano siti di arte aborigena, gigantesche miniere di diamanti, grotte, riserve naturali, il Purnululu National Park patrimonio dell’Unesco con le sue formazioni d’arenaria arancioni, fino ad un grandissimo cratere formatosi per l’impatto di un meteorite con la superficie terrestre, di circa un chilometro di lunghezza, il Wolfe Creek Crater. Arriverete, sempre tra la natura mozzafiato, coccodrilli e baobab, fino a Derby dove potrete ammirare una delle più alte maree d’Australia che raggiunge fino 11 metri d’altezza. Nella vicina Talbot Bay vi sono delle cascate orizzontali molto suggestive, formate proprio dalle maree. Il vostro viaggio terminerà a Broome città dalle sfumature esotiche, famosa per la produzione di perle. Nella vicina Cable Beach famosa per i s
uoi 22 chilometri di spiagge candide e mare turchese potrete godervi un ottimo relax in riva al mare. Nei mesi estivi, nelle notti di luna piena e di marea bassa, è possibile assistere ad un fenomeno spettacolare, ovvero la scalinata verso la luna, una suggestione ottica dovuta al riflesso della luce lunare sul mare, che appare come una vera scalinata che conduce su di essa.
Broome è anche un punto di partenza per escursioni ed avventure nell’outback australiano e negli spazi immensi e selvaggi del Kimberly, la regione più occidentale dell’Australia.

Guida essenziale alla città di Udine

Il bello dell’Italia è che offre infinite possibilità in linea con quelli che sono i tempi a nostra disposizione. Avete a disposizione solo un week end per una piccola gita? Perfetto, esistono tantissime città per la cui visita, sono sufficienti un paio di giorni. Una di queste città è Udine. Raccolta, altamente vivibile e dal traffico limitato, Udine è una città che si visita in un fine settimana. In questo articolo vedremo quali solo le mete irrinunciabili quando si visita questa piccola e graziosa città.

 

Quando pianificate la vostra gita nel capoluogo friulano vi consigliamo di prenotare presso uno dei tanti B&B a Udine, che offrono una calda ospitalità ad un prezzo davvero vantaggioso.

 

La vostra visita in città non può che partire dal castello e dal colle su cui è posto. Inerpicatevi sul sentiero a zig zag che parte da Piazza Primo Maggio per una pittoresca passeggiata tra gli alberi. Vi ritroverete in pochi minuti in cima al colle che non solo domina la città, ma che offre inoltre una splendida vista sulla pianura friulana e sulle Alpi Friulane. Sul colle potrete ammirare il castello, sede dei civici musei, la casa della Contadinanza e la piccola e riccamente decorata chiesetta di Santa Maria in Castello. Scendendo dal colle costeggerete un bellissimo colonnato gotico ed oltrepassando l’Arco Bollani, vi ritroverete in piazza Libertà la più bella piazza di Udine.

 

In piazza Libertà potrete osservare il portico di San Giovanni con l’orologio ed le statue dei mori che battono le ore, le statue di Ercole e Caco ma soprattutto la Loggia del Lionello, un bellissimo edificio tardo gotico, sede del comune di Udine e considerato come il più bell’esempio di architettura veneziana posta sulla terra ferma.

 

A questo punto potrete decidere se proseguire su Via Mercato Vecchio una delle vie dello shopping di Udine fino a giungere alla colorata e peculiare piazza San Giacomo, oppure muovervi verso il duomo di Udine con il suo battistero.

 

Tra gli altre mete imprescindibili di Udine la basilica di Santa Maria delle Grazie con la “Maschera del Diavolo”, la chiesa sconsacrata di San Francesco, Via Paolo Sarpi con la galleria d’arte “Tina Modotti” anche conosciuta come ex mercato del pesce.