Immersioni nel Salento – Il relitto di Torre Vado

Torre Vado, con i suoi incantevoli fondali, è un paradiso per le immersioni subacquee.
Altri centri turistici del Salento vedono dei moderni e attrezzati Centri Immersioni affacciati in genere direttamente sulle spiagge che offrono ai turisti sempre più esigenti, immersioni guidate o non, di ogni livello lungo la costa.
Nei fondali, splendide grotte sommerse, pareti a picco nel mare, particolare fauna marina tipiche praterie di posidonia, formazioni di coralligeno, e qualche pesce tropicale.

Non bisogna dimenticare che il Salento è anche zona di numerosi relitti sommersi con anfore, tesori preziosi, oro e reperti di grande valore archeologico e artistico finiti in fondo al mare.
Immense sono le ricchezze custodite sotto alle distese blu salentine. Per esempio Otranto è ricco di fondali interessanti, con antiche navi greche o romane come il relitto del II secolo a.C. che giace sul fondo con centinaia di anfore vinarie e olearie, e il relitto di una nave romana del II secolo d.C.
Nei pressi di Santa Maria di Leuca giace inoltre il relitto del Travancore, un piroscafo inglese affondato alla fine del 1800, di cui ancora oggi si possono vedere pezzi di ceramiche .

A Torre Vado, anche chi pratica il diving, cioè l’immersione con le bombole, può avvicinarsi a un mondo nuovo e diverso, perchè un relitto famosissimo giace a solo un miglio dalla costa: nel
2007 qui affondò la nave cargo lunga 80 metri e battente bandiera turca, chiamata Tevfik Kaptan 1. Era partita dalla Toscana e andava in Algeria quando a causa dello spostamento del carico la nave si è dapprima inclinata e poi è affondata. con il suo carico di combustibile e olii lubrificanti. Si possono a mala pena immaginare il panico ed il terrore che si dovettero vivere in quei momenti mentre la grande nave imbarcava acqua, e le stive si riempivano, negando anche l’ultima speranza di riuscire a salvare la nave tra le acque dello Ionio. La lotta contro il tempo, dove si lottava per salvare il carico prezioso, vide il passare delle ore in una atmosfera angosciosa.

Oggi, a Torre Vado durante le immersioni per visitare questa affascinante nave un responsabile dei Centri di Immersione accompagna i subacquei sui luoghi per trascorrere il proprio tempo libero in pieno relax, tra sport ed avventura.
Quando la nave ha rappresentato un serio pericolo dal punto di vista ambientale per l’eventuale sversamento di prodotto sulle coste salentine, si è interventi con bonifiche dei prodotti inquinanti
presenti a bordo.

Il Relitto di Torre Vado Tevfik Kaptan

Comments

comments